EBM. Fusione a fascio di elettroni

EBM. Fusione a fascio di elettroni

L’EBM (o fusione a fascio di elettroni) permette di ottenere componenti in Titanio (o sue leghe, quale il Ti64) o in Cromo-Cobalto (CrCbMo) attraverso un processo fusorio in vuoto a partire da un bagno di polveri della medesima composizione.

Le polveri vengono preriscaldate e successivamente portate a fusione da un fascio di elettroni, accelerati fino a 150.000 Km/sec, opportunamente indirizzato.

I vantaggi peculiari del processo EBM o fusione a fascio di elettronic sono:

  • La capacità di realizzare strutture geometriche di forma complessa ed interconnesse direttamente dal file CAD 3D
  • Il componente ottenuto ha caratteristiche metallurgiche simili a quelle di un microfuso bonificato, che permettono di saltare le fasi di trattamento termico, risparmiando ulteriormente tempi e costi
  • Il processo di smaterozzatura e fresatura chimica (chemical milling) non è necessario dato che la fusione non è ottenuta in guscio ceramico
  • Il time to market del prodotto si riduce da alcuni mesi (per le tecnologie tradizionali) ad alcuni giorni (6-10) con la possibilità di realizzare più soluzioni per un dato progetto nello stesso tempo

I settori che apprezzano maggiormente i vantaggi dell’EBM sono:

  • Aerospaziale ed aeronautico (sistemi a densità variabile)
  • Biomedicale (strutture trabecolari per la massimizzazione e migrazione ossea all’interno delle protesi)
  • Motorsport (in campo telaistico per ridurre le masse in gioco con forme complesse e materiali ad alta prestazione).

In seguito a studi condotti da CRP Meccanica sulla tecnologia EBM, si sono ottenuti importanti miglioramenti della sua struttura morfologica solitamente anisotropa, ma che nel processo gestito da CRP Meccanica risulta isotropa, aumentando l’affidabilità e la resistenza delle parti realizzate in EBM, come accade nel processo di Casting, rendendole quindi idonee per la prima volta anche ad applicazioni statiche di sicurezza. In itinere lo studio di applicazioni dinamiche.

I dati della ricerca interna CRP Meccanica stabiliscono:

  • Modulo Elastico: 113.8 GPa
  • UTS Mpa: 1033
  • YS 0,2 Mpa : 973
  • Allungamento: 15,6 %

Dimensioni macchine EBM:  210X210X400mm